SERVIZI

Attualmente la struttura dispone di:

  • 4 nuclei RSA (Residenza Sanitaria Assistenziale) da 20 posti letti ciascuno, per un totale di 80 posti per Utenti non autosufficienti;

La Residenza Sanitaria Assistenziale è una residenza socio-assistenziale che può realizzare un sufficiente livello di assistenza sanitaria – infermieristica e riabilitativa –unito ad un livello medio di assistenza tutelare ed alberghiera, che può essere ulteriormente integrata in base ai parametri regionali. In osservanza alle vigenti disposizioni Regionali l’Ente ha diversificato i livelli  assistenziali in  base alle esigenze sanitarie ed assistenziali dei vari Ospiti.

La Casa di Riposo Sacra Famiglia ha adeguato i propri parametri per dare assistenza alle fasce BASSA – MEDIA – MEDIO ALTA – ALTA, in base alla valutazione emessa dall’Unità Valutativa geriatrica dell’ASL CN1.

  • 1 nucleo RA (Residenza Assistenziale) da n. 35 posti letto per Utenti autosufficienti.

Le Residenze Assistenziali sono residenze collettive che forniscono agli ospiti prestazioni di tipo alberghiero e servizi specifici di carattere assistenziale.

  • Sul lato anteriore di ingresso pedonale, di una vasta area verde esterna, adibita a giardino, con gatzebo, percorsi pedonali e per carrozzine in beton-pavè e panchine;
  • Sul lato posteriore: di ingresso di servizio per i fornitori e di zona parcheggio riservata ai dipendenti.

  1. 4 nuclei da n. 20 posti di Residenza Sanitaria Assistenziale:

  1. 2 nuclei nel corpo laterale destro dell’edificio,( 1 per piano ) ognuno con:

  • n. 9 camere a due letti
  • n. 2 camere a un letto (1 bagno ogni 2 camere )
  • n. 1 sala pranzo
  • n. 1 soggiorno con ampi balconi
  • n. 1 vasca per disabili
  • n. 1 locale destinato al personale di nucleo
  • locali di servizio.

  1. 1 nucleo al piano primo del corpo centrale dell’edificio, con:

  • n. 10 camere a 2 posti letto,tutte con bagno e con balcone indipendente
  • n.  1 locale destinato a sala pranzo,con angolo di cucinotta di nucleo
  • n.  1 locale destinato a soggiorno, con balcone
  • n.  1 bagno con vasca-doccia per disabili
  • n.  1 locale destinato al personale di nucleo
  • locali di servizio

  1. 1 nucleo al piano primo del corpo laterale sinistro dell’edificio, con:

  • n. 6 camere a 2 posti letto,tutte con bagno e balcone indipendente
  • n. 2 camere a 2 posti letto,tutte con bagno
  • n. 4 camere ad un letto, tutte con bagno e balcone indipendente
  • n. 1 locale destinato a sala pranzo, con attiguo locale di servizio di nucleo
  • n. 2 locali destinati a soggiorno
  • n. 1 bagno con vasca- doccia per disabili
  • n. 1 locale destinato al personale di nucleo
  • locali di servizio

  1. 1 nucleo per totali n. 35 posti letto di Residenza Assistenziale:

piano terreno  del corpo centrale e laterale sinistro

  • n. 9    camere a 1 posto letto, tutte con bagno ed uscita  diretta sul giardino;
  • n. 13  camere a 2 posti letto, tutte con bagno ed uscita  diretta sul giardino o  balcone indipendente
  • n. 1 sala – pranzo
  • n. 1 locale di servizio per il personale
  • n. 1 bagno con vasca doccia per disabili
  • n. 1 saletta TV;
  • n. 1 sala soggiorno
  • locali di servizio e di deposito.

  • n. 1 sala polivalente – palestra al locale seminterrato
  • n. 1 sala soggiorno- cappella
  • n. 1 locale infermeria – sala medica
  • n. 1 locale per consulenza psicologica
  • n. 1 locale per palestra – fisioterapia al 1° piano
  • n.1 locale parrucchiere – pedicure
  • locali di servizio e di deposito.

6 – RETTE DI RICOVERO

Ospiti Autosufficienti Le rette sono fissate annualmente con deliberazione del Consiglio di Amministrazione e differenziate per  camere ad uno o due letti.

Ospiti NON Autosufficienti:  Le rette sono stabilite dalla DGR n. 17-15226/05 e successive modifiche ed integrazioni, e differenziate in base ai diversi livelli assistenziali stabiliti dall’Unità Valutativa geriatrica dell’ASL di residenza ai fini del convenzionamento (intervento della Sanità nel pagamenti della retta).Tali livelli possono variare durante la permanenza dell’Ospite in seguito all’evolversi delle condizioni sanitarie.

Agli Ospiti che entrano in regime extra convenzione viene praticata la retta base di media intensità.

Assenze: è prevista la riduzione della retta del 30% in caso di ricovero ospedaliero per periodi superiore a giorni 10.

In caso di assenza il posto viene conservato salvo diversa indicazione dei familiari.

 7 – PROCEDURE  PER L’ACCESSO DEGLI OSPITI

 OSPITI NON AUTOSUFFICIENTI: La domanda di ingresso va presentata presso gli Uffici dell’Ente: tale procedura è finalizzata all’ingresso extra convenzione, con retta  a totale carico dell’Utente (comprensiva di quota sanitaria e quota alberghiera). Le richiesta di convenzionamento vanno invece inoltrate dai famigliari direttamente all’Unità Valutativa Geriatrica dell’A.S.L. CN1,  che valuterà le singole situazioni sanitarie e sociali ai fini dell’inserimento nella graduatoria ,  in base ai criteri e modalità di convenzionamento stabiliti con DGR n.18-15227 del30/05/05;

OSPITI AUTOSUFFICIENTI: La domanda di ingresso va presentata presso gli Uffici dell’Ente, e deve essere corredata da scheda predisposta dall’Ente compilata dal medico che attesti le condizioni di autosufficienza del richiedente.

Al momento dell’ingresso l’Ospite si impegna al pagamento della retta prevista firmando il Contratto di Ospitalità.

Per ogni Ospite vengono istituite una cartella personale ed una scheda di ingresso sulla quale vengono annotate le problematiche particolari relative all’assistenza , basandosi su quanto riferito dall’utente stesso, e dai familiari.

Particolare attenzione viene posta nei primi giorni affinché l’utente possa orientarsi nella struttura ,e sentirsi a proprio agio.

Per ogni ospite viene redatto un piano di assistenza, soggetto a verifiche periodiche per dare continuità assistenziale e personalizzare nel tempo gli interventi col modificarsi delle condizioni dell’utente.

8 – MODELLO ORGANIZZATIVO

In osservanza ai parametri regionali stabiliti nella DGR 17-15226/05 e successive modifiche ed integrazioni, la struttura dispone di:

  • Direttrice coordinatrice;
  • Segretaria economa:
  • Operatori Socio Sanitari (OSS) a turnare su 24 ore, calcolati in numero rispondente ai parametri regionali stabiliti nella DGR 17. Tale numero può variare in base agli ospiti di volta in volta collocati nelle diverse fasce assistenziali.
  • cuoco responsabile di cucina;
  • addetti alla cucina.

La Direzione Sanitaria per il coordinamento e monitoraggio delle prestazioni a favore degli Utenti inseriti nelle fasce assistenziali medio alta e alta è affidata  con incarico di consulenza ad un consulente medico esterno

Il Servizio Infermieristico viene erogato con rapporto di consulenza professionale da uno studio esterno, con presenza diurna con orari articolati per tutti i giorni settimanali, compresi festivi.

Il Servizio di Fisioterapia viene erogato con rapporto di consulenza professionale da studio esterno;

Il Servizio di Psicologia per l’attività di recupero cognitivo e monitoraggio della fase di ingresso e delle situazioni a rischio è affidato a professionista esterna

Il servizio di animazione e terapia  occupazionale è affidato ad  Educatore Professionale per attività di terapia occupazionale e di stimolazione  di gruppo

Il Servizio di lavanderia è affidato  a Ditta e cooperativa esterne

Il Servizio di Pulizia è affidato a Ditta esterna

Il Servizio di Prevenzione e Protezione è affidato a consulente esterno

L’Ente  ha stipulato Convenzione con l’Associazione  “Volontariato Sacra Famiglia” per l’attività di animazione ed intrattenimento;

L’ENte si serve pure di artigiani per i lavori di manutenzione interna ed esterna, e di vari professionisti per progettazioni e consulenze;

L’Ente garantisce agli Ospiti le seguenti prestazioni:

Alloggio in camere singole e doppie

Assistenza alla persona

Ospiti non autosufficienti:  Assistenza tutelare alla persona garantita dagli OSS  sulle 24 ore: igiene del corpo e dei capelli,vestizione,barba, mobilitazione attiva e passiva, deambulazione,distribuzione ed assistenza ai pasti diretta o con gli Operatori del Servizio di Assistenza ai pasti.

Assistenza medico – infermieristica garantita attraverso il Direttore Sanitario, i medici di base e gli infermieri professionali (visite, analisi, medicazioni, somministrazione di farmaci, rilevazione e monitoraggio parametri ).

Servizio di fisioterapia: i trattamenti di riabilitazione sono attivati dai fisioterapisti su indicazione medica.

Le consulenze psichiatriche vengono curate dal C.I.M.

Alcuni medici specialisti dell’A.S.L. sono disponibili secondo le necessità degli ospiti.

Ospiti autosufficienti: Supporto alla persona nelle attività per la quale si presenta un limitato grado di autonomia, garantito dagli O.S.S.

Assistenza medico – infermieristica garantita attraverso i medici di base e gli infermieri professionali per visite, analisi, aggiornamento terapie, terapia iniettiva, e attraverso gli O.S.S. (per la somministrazione di farmaci) .

Servizio di Ristorazione:

I menù settimanali proposti sono  approvati dal Sevizio di igiene alimentare dell’A.S.L CN 1; sono comunque previsti menù personalizzati per chi deve seguire diete particolari; I pasti, preparati nella cucina vengono trasportati con carrelli scaldavivande nei vari nuclei, ed ivi serviti nei seguenti orari:

colazione                    ore 8.00

pranzo                        ore 11.30

cena                           ore 18.00

HACCP  : E’ stato redatto e ci si attiene , al piano di autocontrollo per la conservazione e preparazione degli alimenti e per la loro distribuzione. Il personale di cucina ha frequentato appositi corsi di formazione.

Servizio di pulizia : viene svolta giornalmente da personale della Ditta appaltatrice.

 Assistenza religiosa: nella sala polivalente a piano terra si tengono giornalmente funzioni religiose, preghiere collettive, canti e celebrazione della messa prefestiva il sabato pomeriggio. E’ presente il cappellano. Un gruppo di volontari cura l’animazione religiosa delle funzioni e provvede ad accompagnare gli ospiti dai vari reparti.

Servizio di lavanderia: il lavaggio biancheria piana è affidato a Ditta esterna; I capi personali degli Ospiti vengono trattati all’interno tramite cooperativa esterna.

Animazione: è curata dal gruppo “Volontariato Sacra Famiglia” tramite attività fisse programmate , dal Educatore Professionale con attività di laboratorio di terapia occupazionale e di stimolazione cognitiva. Tutti gli Ospiti possono aderire alle varie proposte programmate.

Sostegno psicologico:   L’ attività viene svolta da una psicologa 3 volte a settimana.

Collaborazione amministrativa: Viene prestata collaborazione per adempimenti burocratici e pratiche presso l’A.S.L.

Sono a carico degli Utenti:

  • le spese per i farmaci (tickets e farmaci non mutuabili)
  • Le spese per eventuali visite specialistiche private (se richieste dagli Utenti o familiari);
  • Le eventuali spese per assistenze straordinarie ( che dovranno essere garantite  dai familiari direttamente o comunque sotto la loro responsabilità)

 9 – PRESTAZIONI SUPPLEMENTARI VOLONTARIE (ASSISTENTI FAMILIARI): La Casa di Riposo Sacra Famiglia permette agli Ospiti che lo desiderino di fruire di prestazioni supplementari rispetto a quelle fornite dalla struttura, purchè non riguardino  mansioni di competenza del personale dell’Ente, ma si limitino a garantire all’Ospite servizi particolari ed aggiuntivi dei quali l’Ente normalmente non si fa carico (Compagnia, accompagnamento all’esterno ecc.), con modalità concordate con la Direzione della struttura.

Le persone incaricate a tal fine  saranno autorizzate ad accedere ai locali della struttura. Eventuali comportamenti non conformi o non opportuni per l’Ospite saranno riferiti ai familiari o agli interessati, che si incaricheranno dell’interruzione della prestazione

10 – MODALITA’ DI FRUIZIONE DEI SERVIZI – REGOLAMENTI

Ingressi ed uscite:

 Si accede alla struttura per visite nei seguenti orari:

dalle ore   9.00 alle ore 12.00

dalle ore 14.00 alle ore 19.00

Gli Utenti non autosufficienti possono uscire dal nucleo solo se accompagnati da persona che ne dia ogni volta comunicazione al personale assistenziale

Per gli Utenti autosufficienti non sussistono vincoli di orari particolari.

Gli ospiti autosufficienti non sono tenuti ad avvisare se si allontanano per brevi passeggiate né è previsto controllo sulle uscite, mentre sono invitati a segnalare la loro assenza se questa si  protrae nelle ore dei pasti. Gli Utenti sono invitati a lasciare libere le camere durante la pulizia dei locali. Possono gestire liberamente le altre ore della giornata , trascorrendole in camera, oppure nei soggiorni comuni. Al momento dell’ingresso viene consegnato ad ogni Ospite, che lo sottoscrive per accettazione, il regolamento interno indicante le regole da osservare e le modalità di fruizione dei servizi. La Casa di Riposo consente all’Ospite la personalizzazione della propria camera attraverso l’inserimento di oggetti o piccoli arredi personali purchè non vietati dalla normativa vigente o dal regolamento interno. Se qualche Ospite desidera dedicarsi all’hobby del giardinaggio, l’Amministrazione potrà mettere a disposizione una piccola area sul retro dell’edificio, purchè non venga arrecato fastidio o disturbo ad altri ospiti.

La Casa di Riposo non si assume alcuna responsabilità per valori, oggetti o beni personali di proprietà di Ospiti o di familiari non direttamente consegnati in custodia gratuita presso la cassaforte dell’Ente, previo rilascio di apposita ricevuta.

 Non è consentito Ospitare presso la struttura animali domestici di qualsiasi genere.

11 – SICUREZZA: Le strutture adibite a Casa di Riposo sono equiparate agli alberghi ed alle strutture ospedaliere e pertanto si applicano le stesse disposizioni per la prevenzione degli incendi. La Casa di Riposo Sacra Famiglia applica queste norme con attenzione ed adotta tutti gli accorgimenti atti ad assicurare l’incolumità delle persone residenti mediante la prevenzione e la protezione attiva e passiva. In tutti i piani, nelle parti comuni, sono installati dispositivi di estinzione (estintori ed idranti), sono installate porte “taglia fuoco” ed uscite di emergenza, sono visibili le piantine indicanti le vie di fuga. Il Personale addetto ha frequentato i corso sulla prevenzione degli incendi (con prove pratiche), tenuto da tecnici del Comando Provinciale Vigili del Fuoco di Cuneo e sostenuto l’esame di idoneità. Tutto il personale frequenta periodicamente i vari corsi sulla sicurezza previsti dalle norme vigenti. La struttura è stata costruita in conformità delle norme vigenti, ed è in possesso di C.P.I. L’ Amministrazione ha  attivato  le nuove misure introdotte  dal D.Lgs 81/2008.

12 – GESTIONE DEI DATI E TUTELA DELLA PRIVACY

L’Ente, in ottemperanza al D.L. 30/06/2003 n.196, ha redatto il documento programmatico sulla sicurezza, aggiornato ogni anno nel mese di marzo, al fine di soddisfare le misure minime di sicurezza che debbono essere adottate in via preventiva per il trattamento dei dati personali, conformemente a quanto previsto dal codice in materia di Protezione dei dati personali. A tale fine ha individuato il Titolare del trattamento, il responsabile e gli Incaricati. I documenti personali vengono conservati chiusi negli uffici amministrativi; i documenti sanitari vengono conservati nell’apposito schedario in infermeria e sono consultabili solo dal personale addetto all’assistenza ed alla tutela della salute a ciò incaricato.

13 – PROGETTI: L’ Amministrazione dell’Ente collabora con l’ASL il Comune, il Consorzio Servizi Sociali del Monregalese per diversificare le risposte assistenziali in base alla loro programmazione ed alle necessità della cittadinanza. La Casa di Riposo è stata ammessa a contributo della Fondazione CRC per il Progetto “Veniamo a trovarvi”, per offrire agli anziani a domicilio la possibilità di di fruire di alcuni servizi presso la Casa di Riposo (animazione – aiuto al bagno – socializzazione ecc.)

14 – QUALITA’ DEI SERVIZI

La Casa di Riposo Sacra Famiglia si è sempre proposta di offrire un servizio adeguato alla realtà nella quale si trova ad operare, con l’intento quindi di fornire prestazioni di ottimo  livello, mantenendo le rette entro limiti accettabili per la popolazione. L’Ente ha ottenuto nell’anno 2008 la certificazione di qualità UNI EN ISO 9001:2008 rinnovata nelle  verifiche annuali di conferma. L’organizzazione del servizio e tutte le prestazioni sono periodicamente oggetto di verifica e di discussione allo scopo di individuare eventuali deficienze e porre i dovuti correttivi. A tal fine sono stati individuati degli indicatori per tenere sotto controllo l’andamento e l’efficienza ed efficacia dei processi, al fine di individuare la possibilità di miglioramento. Sono previsti periodici questionari per valutare il gradimento del servizio. All’ingresso della Casa di Riposo  si trova la “cassetta dei suggerimenti”. I reclami o i disservizi vengono discussi in apposita riunione con il Presidente dell’Ente, la Direttrice – Coordinatrice del Servizio Socio Assistenziale, la Segretaria – Responsabile Gestione Qualità, e le figure professionali eventualmente interessate dal reclamo o disservizio. Dalle verifiche, dalla valutazione dei questionari sul gradimento del servizio, dagli eventuali reclami, dai suggerimenti, scaturiscono le scelte operative volte al miglioramento ed al superamento delle criticità, con conseguente modifica dei piani e modalità di lavoro. Ogni reparto è dotato di registri in cui vengono registrate ed annotate le eventuali non conformità, e di moduli in cui si segnalano eventuali necessità di manutenzioni